To John Lennon, with tears

(questo giro di post con le date proprio non vado d'accordo: le inserisco tutte in ordine sbagliato...)
8 DICEMBRE
27 anni senza di lui, che spreco!!!

Across the Universe

Mmm, tra sorellaMarta che me lo racconta con commozione, papa'Ezio che mi sfoggia una pagina multimediale assai invitante (che pero' non ho potuto sfruttare...) altro che acquolina, sto morendo dalla voglia di vedere sto benedetto film che mi sono perso sia in Italia (doveva ancora uscire) che qui (gia' passato)!

Thank you brother!

Grazie Giac dei certificati per Elena, conoscendo l'ambiente accogliente e sempre poco frequentato della segreteria universitaria apprezzo molto le visite che hai fatto li' per Elena!!!
Thanks a million!

Buon Compleanno Cuginette(!)

12 DICEMBRE 07
29 anni per Erica e Giulia (qual'e' che e' spuntata fuori prima? io ho seguito l'alfabeto...)
HAPPY BIRTHDAY!!!
Ho provato a chiamarvi, ma senza successo... auguri lo stesso!

Santa Lucia

13 dicembre
Auguri a Lucy Gables e alla ZiaCia:
BUON ONOMASTICO!!!
Avevo anche provato a chiamarvi, ma o era occupato o non c'era nessuno, peccato...

lavoro

Davvero volete sapere qualcosa del lavoro? Beh vi dico solo che e' stata una settimana pesantina, con qualche ora di straordinario e soprattutto qualche giorno con tremedi casini perche' non funzionava piu' niente, con continue telefonate al collega Luca in trasferta all'ufficio di Milano, ma per fortuna e' finita! E adesso e' sabato, per cui non ci pensiamo fino a lunedi', va.
Comunque tutto bene, e' arrivata la nuova italiana Valentina, origini sicule ma e' di Carmignano, ha studiato a Padova, lettere, per cui in anni diversi ma abbiamo frequentato la stessa Universita'... mondo piccolo, no? Venerdi' festino a pranzo per dare il benvenuto a tutti i nuovi (me compreso, quindi), con panini, tortine salate & co.: molto apprezzato!

ritiro natalizio

Martedi' 11 ho partecipato al ritiro natalizio della parrocchia: decisamente positivo, semplice e intenso.
Intro di 30' di Father Galvin, per dare un senso alla faccenda, poi 45' di meditazione-preghiera personale, in silenzio, con possibilita' di adorazione in una delle due sale del patronato che abbiamo usato, poi messa finale, sempre in patronato, con conseguente atmosfera informale e familiare, anche grazie allo stile molto diretto di Father Galvin, sacerdote 50enne ciccione e simpatico.
Al termine, rinfresco (che ho sfruttato come cena) con sandwiches, sausages, black pudding (questo lo lascio a loro), coffee or tea (che qui prendono spesso con il latte) e tortine con panna. Avevano preparato talmente tanto cibo che nonostante la buona affluenza, eravamo credo piu' di 60 persone, e' avanzato parecchio, cosi' mi hanno anche dato qualche panino per il mio pranzo del giorno dopo, il che fa sempre comodo...
Al ritiro ho trovato alcune delle cantanti del folk group (cantano in chiesa qualche sabato sera) alle cui prove del lunedi' sera partecipo (in teoria volevano che suonassi la tastiera, ma e' meglio se lo fa la direttrice Sigrid (chiare origini crucche), per cui sto li' giusto per compagnia, e per aprire la strada alla Regina-cantante, ormai gia' attesa! Inoltre ho conosciuto Orla (questo invece e' un nome Irish, chissa' come si scrive), mamma di un bimbo di 8 mesi, che il sabato mattina gestisce il Children Story Telling in Biblioteca.

fumetti

Grazie alla Children Section della Library ho cominciato a leggermi in inglese Asterix e Tintin!

cinema

Per premiarmi del lavoro pomeridiano (e aggiungiamo le pulizie mattutine, che viste le dimensioni della casa sono lunghe, ma non saranno frequenti, grazie alla apprezzabilissima quasi totale assenza di polvere! Ah, che vita, senza traffico e inquinamento!!!) domenica nel tardo pomeriggio ho fatto la prima uscita cinematografica irlandese e nel multisala (3) di Clonakilty (si', e' un paesino, ma abbiamo anche il cinema!!!) mi sono gustato RATATOUILLE, una vera meraviglia gia' vista con Regina e Principino a Padova ma qui rivista in inglese: w Pixar-Disney, che mondo sarebbe senza di voi!
Frase da ricordare: "Dove andrai (o dove vai)?" "Con un po' di fortuna, avanti!"
ops, nessuna delle due volte mi sono accorto di citazioni di altri disney-pixar, o almeno non me ne ricordo... qualcuno mi puo' aiutare o mi tocca tornare a vederlo?

Avendoci preso gusto, giovedi' sera sono tornato al cinema, questa volta per qualcosa di piu' adulto, vm 18 per la precisione: un ottimo AMERICAN GANGSTER, di Ridley Scott con Danzel Washington boss della droga e Russell Crowe poliziotto onesto, il tutto nella new york degli anni60-70, con la guerra del Vietnam sullo sfondo. Davvero un gran film, non perdetevelo (credo da voi debba ancora uscire, pero'), sempre che non siate deboli di cuore o stomaco, perche' violenza e droga sono mostrate senza remora...
Frase da ricordare: ??? io speravo fosse in inglese... A parte gli scherzi, dopo i primi 30 minuti di shock ho fatto un po' l'orecchio e sono riuscito a capire abbastanza, non tutto ma una cosa piu' che discreta. Ratatouille era decisamente facile, al confronto, anche se il marcato accento francese di alcuni personaggi li rendeva parecchio ostici, come in American Gangster quello italiano dei mafiosi...

gardening

Domenica scorsa mi sono dedicato al giardinaggio, cosi' in primavera l'aiuola all'ingresso del castello, quella su cui la mamma-nonna-Chiara ha sfacchinato per ore ("operazione decespugliamento") nel suo weekend di visita, sfoggera' (se tutto va bene, e se non fatto pasticci...) dei bei daffodills gialli di Wordsworthiana memoria.
Ho anche pulito la terrazza e soprattutto tavolino e sedie, cosi' chi di voi verra' a trovarci in primavera-estate potra' gustarsi un pranzo o un tea all'aperto.
In futuro, quando arriveranno Regina e Principino passeremo alla coltivazione di piante aromatiche e pomodorini sfruttando i vasi della terrazza.

Grazie Arianna!

Mancandomi le nonne cucitrici, quando giovedi' al lavoro un assurdo incidente (avvenuto muovendomi sulla sedie con le ruote sul cui schienale c'era la mia giacca) ha provocato uno "sbrego" sulla manica della mia unica giacca, la disperazione si era impossessata di me, ma e' giunta in soccorso Arianna, che comprendendo con empatia la situazione si e' gentilmente offerta di riparare il danno e la mattina dopo (visto che la sera siamo stati fuori fino alle 11 e lei abita pure lontano), visto che comincia alle 7 e a quell'ora non ha molto da fare, si e' portata il kit da cucito al lavoro e mi HA AGGIUSTATO LA GIACCA!!! Si e' meritata una candela natalizia, no?

primo mese

9 novembre-8dicembre
E' ormai un mese che e' cominciata l'avventura irlandese, anche se e' ancora parziale, perche' 2/3 della family sono ancora in Italia. Ricordiamo che la faccenda sara' completa dal 13gennaio, gran giorno per il Battesimo di Michele (ore 11.00 SanCamillo) e per la partenza (ore 21.00 aereoporto di Venezia).
Comunque si puo' trarre un bilancio:
- lavoro= tutto bene, ho imparato abbastanza e da due settimane lavoro autonomamente; i due compari italiani, Luca da Reggio Emilia (o meglio da un paesino in provincia di...; nonno padovano) e Arianna dal Salento, sono simpatici e cosi' anche gli altri. Ci sono spagnoli (uno in realta' e' brasiliano, ma parla spagnolo; una appena arrivata e' argentina, parla anche italiano), francesi (eh si', pure loro..., pero' a parte Clement e un nuovo arrivo gli altri sono ok), tedeschi&austriaci (segnaliamo Holger, team leader grande e grosso e non proprio bellissimo), inglesi (tra cui Stuart, linguisticamente incomprensibile, almeno all'inizio; non che Ian da Manchester sia facile, ma un po' meglio, e poi con lui parlo spesso, mi sto abituando), un mezzo irlandese-mezzo tedesco, e l'altro team leader, Michel, difficilmente classificabile: e' svizzero, di padre italiano e madre tedesca (o francese?, comunque sa entrambe le lingue), parla inglese ovviamente, visto che e' qui in Irlanda da tempo, un pochino di spagnolo... comunque nonostante il nome francese (ma almeno e' un nome OK: simile al nuovo leoncino e ricorda LeRoy Platini) e' una brava persona! Quest'ultima settimana il mercato italiano pareva in ferie, per cui abbiamo fatto ben poco, e mi sono potuto quindi dedicare alle varie traduzioni per la domanda di conversione del titolo di Elena. Da lunedi' cambieranno un po' di cose, perche' Luca ci abbandona per 40gg, spedito in sede italiana a Milano per imparare a gestire altri clienti, cosi' poi da gennaio ne avremo fin sopra le orecchie; saremo quindi io, nuovo, e Arianna, qui da 8mesi ma non proprio espertissima..., e in piu' lei ha un orario strano, lavora solo 3gg per 12 ore al giorno, cosi' saro' spesso solo io, ma non del tutto, perche', altra novita', arriva il4 membro dell'Italian team, Valentina, che cominciera' lunedi' il training (e lei lo trovera' ben organizzato, non un oretta qui e una li', come me, che invece ho imparato da Luca, ma forse e' stato quasi meglio). Parentesi: come dice il povero Luca, in crisi di astinenza, Elena non ha da preoccuparsi, vista la qualita' della popolazione femminile dell'azienda....
-Casa: era stata promessa dettagliata descrizione del castello, ma e' rimandata a gennaio, per non rovinare la sorpresa alla Principessa, o Regina, meglio! Diciamo solo che dal nido di via Tolomei, passando per l'appartamento alla Guizza, siamo ora approdati ad un signorile LOFT su due piani, con tre camere (cosi' ci stanno gli ospiti, ribadiamo il concetto... beh, per qualche giorno, non per un mese, eh!) e zona soggiorno-cucina di dimensioni sbalorditive!!!
-Paesino: una vera schiccheria, oggi poi animatissimo grazie al weekend degli sconti natalizi. Certo se uno vuole una movimentata vita notturna, o vive di centri commerciali e grandi negozi, ha sbagliato luogo, ma se vi affascinano le casette colorate, i negozi con facciate e insegne dipinte, tradizionali, la serena campagna verde delle colline circostanti o la meravigliosa spiaggia sabbiosa a pochi km, allora rimarrete incantati quando verrete a trovarci! Al collega Luca, 26 anni e single, Clonakilty comincia a stare stretta, ma ammette che ha proprio un gran fascino e conviene con Mattia che per una famiglia e' un posticino ideale.
-Clima: dopo una settimana di freddo intenso, pareva d'essere a Padova, siamo tornati al normale, per cui la temperatura e' buona (vado pure in giro senza guanti, a volte), piove spesso ma non sempre, piu' che altro in questi giorni c'e' un vento fortissimo e quindi il tempo cambia svariate volte al giorno, passando da cielo sereno e sole splendente a nuvoloni neri e pioggia fitta, passando per leggere spruzzatine.
-Sport: martedi' sera ho collaudato il Drop-In Soccer sul campo in sintetico: dalle 7 alle 8, 4€, ci si divide in due squadre, casacchine gialle e via, chi arriva tardi si inserisce. Divertente partitella, con giovani e adulti, da rifare! Condizioni atmosferiche interessanti, per la prima volta: vento che si portava la palla dove voleva, pioggerellina che rendeva il fondo particolarmente scivoloso... uno spasso! Luca era preoccupato per le mie gambe, quando gli ho detto che sarei andato, visto il modo di giocare degli Irish, ma come pensavo io si sbagliava: tutto tranquillo.
-Tempo libero: con tutti i pub e bar che ci sono si potrebbe uscire ogni sera andando in un posto diverso; Luca e Alberto (da Palermo, lavora nel dipartimento finance) si limitano a 1-2 sere piu' il week-end, io mi aggrego ogni tanto, mi accolgono anche se non bevo birra (per risparmiare spesso non prendo neanche la coca, anche perche' nel pub preferito servono pepsi...); il mio appuntamento preferito e' invece il martedi' sera nel bar di un hotel, dove una dozzina di adulti e vecchietti con un totale di 7-8 strumenti diversi deliziano la clientela (ormai un grande gruppo di amici) con musica tradizionale irlandese. I miei compari non comprendono tanto, ma li' trovo uno del team tedesco, Christian, che invece apprezza come me. Siamo ormai degli abitue' (come cavolo si scrive in francese?) e ci hanno adottato, per cui alla fine si scambiano anche due chiacchiere e saluti con i musici. Due settimane fa abbiamo conosciuto li' una giovane coppia inglese in viaggio di nozze e quando il cantante (avventore puntualmente convinto dalla band ad esibirsi in uno o due pezzi) ha annunciato una Wedding Song, l'abbiamo fatta dedicare a loro!
Da notare che la serata finisce con l'inno irlandese, suonato appunto da questa band multi-strumenti, in versione assai traditional, non so come sia quella ufficiale, e cantato dal pubblico, rigorosamente in piedi, con alcune mani sul cuore!
Beh, il post e' gia' abbastanza lungo, basta cosi', sabato prossimo (la biblioteca con internet gratis durante la settimana lavorativa mi chiude troppo presto!) magari vi scrivo qualcos'altro di interessante.

p.s. oggi mi sono comprato il trapano! La casa e' a rischio...

INDIRIZZO/ADDRESS

C'è una bella casa che aspetta Elena&Michele, intanto dentro c'è Mattia, ecco dov'è:

12, The Courtyard, Old Brewery Lane,
Clonakilty,
Co.Cork

o se vi basta sentire una voce...
tel. 00353863491345

Consigli di lettura

Come potete vedere dall'elenco a destra, ci sono una valanga di post nuovi...
Il fatto e' che era tanto che non scrivevamo e li abbiamo inseriti tutti in un colpo.
LEGGETE PRIMA QUELLI PIU' VECCHI, NON PARTITE DALL'ALTO!!!
Se no vi rovinate la sorpresa, e non riuscite a seguire il filo...
Sono tanti, e' vero, ma e' come se fossero uno al giorno, pressapoco, basta che, appunto cominciando dai piu' vecchi, quelli in fondo alla lista di November, ne leggiate uno alla volta e non sara' pesante ma divertente...
CIAO
buona lettura a tutti

IRELANDmat.CASA!

Allora, volete sapere come e' andata a finire?
Ve l'ho fatta lunga perche' anche per me e' stato cosi', nonostante avessi trovato quasi subito, alla fin fine, quell'ottima casa.
Il pomeriggio stesso, mentre chiamo Elena per darle la news e ottenere l'OK (un cortese pro-forma...), mi chiama un altro agente che ormai avevo smesso di considerare visto che mi aveva detto di non avere niente sotto mano al momento, come avevano d'altronde fatto gli altri 3 della zona che avevo gia' contattato...
E che mi dice? Che ha ben 3 case da mostrarmi, come pensavo io all'inizio visto che le avevo adocchiate tra le inserzioni di un giornale locale, ma poi lui non sembrava considerarle, per cui credevo fossero gia' andate...
Bene, meglio avere altre possibilita', no? Si' certo, ma cosi' non ho dato il SI' definitivo all'altra casa, e sai te che mi sfugga... comunque lascio un messaggio al primo agente, che ovviamente non trovo al telefono, per dirgli che e' quasi fatta...
Visita ad altre 3 case, allora, che mi confermano quanto supposto: sara' anche piu' costosa (ah, parliamo sempre di affitto, ovviamente, qui per l'acquisto hanno prezzi folli, ma d'altronde non sono appartamenti in condomini da 12 unita', sono case a schiera, o singole, sempre grandi, o appartamenti in edifici da 4...), ma la prima casa e' indubbiamente la migliore, queste sembrano piu' da vacanza, una casa, bella, l'ultima di una schiera di 3, in una bella zona, con una buona zona giorno ma camere strette, un'altra piccola davvero, e poi sulla strada principale, non sara' un gran traffico ma e' comunque fonte di rumore, l'altra ancora niente di speciale e inoltre 2 su 3 appunto sono da vacanza, per cui me le darebbero solo fino a giugno promettendomi di trovare intanto altre occasioni, che arrivano sempre, si' si' credici tu, visto la difficolta' del mercato...
E cosi' la mattina di mercoledi' chiamo Mr.Noel, il "mio" agente, l'amico di Maeve e gli dico: "OK, vengo stasera con i soldi, prima la riguardiamo insieme, giusto per controllare un po' (che non fosse un facile entusiasmo) e poi sistemiamo" - "Eh, no, stasera no, domani". GRRR, ok, la casa e' mia, gliel'ho detto e siamo d'accordo, ma intanto volevo assicurarmi che fosse quella giusta rivisitandola, e poi faceva comodo entrarci al piu' presto, per il gusto, e per non continuare a pagare il B&B, tanto carino e in cui mi trovo "a casa", ma son sempre soldini...
Cosi' sara' giovedi' e fine, dite voi. Si', vado al lavoro presto, cosi' finisco prima (ma tanto in sti primi giorni non mi farebbero storie lo stesso...) e mi fiondo in bici (l'andata e' una salita-massacro, il ritorno e' pura velocita'!!!) in agenzia.... "Ah, Noel non c'e', mi dispiace", mi risponde Sigrid, altra amica di Maeve: il genio si e' dimenticato, facciamo domani, venerdi'...
Tagliamo corto, venerdi' sono andato, con Charlie, altro simpatico uomo, appena entrato a lavorare in agenzia, per cui non sapeva niente della casa, comodo no?, ma l'abbiamo controllata insieme lo stesso, e' proprio bella, tutto a posto, e... FATTA!!!
Da venerdi' sera abbiamo questa dimora signorile (e' enorme!) in affitto e io appunto ci ho dormito, tutto solo, ma finalmente a casa!
Era solo per fare un po' di scena con il racconto, devo dire che e' andata mooolto bene, perche' trovare una casa del genere dopo solo 1 settimana e' proprio un regalo dall'alto (ma devo dire che ormai sono abituato a regali simili, mi tratta sempre troppo bene) e inoltre Maeve si e' rivelata non solo gentile e accogliente, ma anche generosa, visto che mi ha fatto pagare proprio poco, alla fine, e disponibile, portandomi le valigie in macchina fino alla casa nuova. Cosi' gliela ho mostrata e ha concordato che... E' PROPRIO BELLA!!!
Ve la descrivo un'altra volta, pero'

IRELANDmat.8

B&B
Nell'attesa di risolvere la questione casa, vivo ancora nel MacLiam Lodge di Maeve & John, simpatica coppia che mi tratta davvero gentilmente. E' lei che mi ha indirizzato dall'agente immobiliare che forse ha la casa per noi (suspance, eh?), che mi da' le dritte sulla messa, e tutte le persone che incontro e che la conoscono ne ha sempre un'ottima opinione, con cui non posso fare a meno che essere d'accordo. Mi trovo bene anche con i due figli, Jack e MaryJo, eta' medie-elementari, con cui suoniamo quasi ogni sera: da quando mi sono offerto di dare una mano a Jack con una canzoncina che voleva imparare con il tin whiste (il flautino irlandese) accompagnandolo al pianoforte e leggendogli le note dallo spartito, cosi' che lui se le potesse scrivere in quella maniera barbara che usano qui (con le lettere...), sono diventato un amico-insegnante di musica e ogni sera suoniamo insieme, con sua sorella o sua mamma che si uniscono cantando, alcune buone musiche da chiesa che lui vorrebbe suonare ai prossimi matrimoni dei cugini. inoltre MaryJo fino all'anno scorso suonava la tastiera per cui un po' alla volta le sta tornando voglia di reimparare a suonare e a leggere le note. A parte con loro, ho un po' di tempo anche per suonare io, tra Schumann e Mendelsohnn (le Variazioni Serieuse, qualcosa di piu' facile no, Mattia?) che mi sono portato via.
Le sere nel loro salotto sono poi l'occasione per essere a portata quando Elena (che sfrutta voip, come papa'Ezio) o i mieicarifamiliari mi chiamano sul telefono del B&B e possiamo chiacchierare un po'.
La mia stanza e' bella ampia, con TV, letto matrimoniale, che uso per stare comodo, e letto singolo in aggiunta, bagno gigante, con doccia larga larga, e fornitura quotidiana di bustine di tea e zucchero con 4 biscotti, con aggiunto bollitore elettrico (nel cassetto c'e' anche il phon, ma non mi serve...).

IRELANDmat.7

Varie dal lavoro, tra Wednesday-Friday 14-16/11/07
Qui l'etica, la moralita', la coscienza di una persona se ne devono andare a spasso! Oggi mi e' toccato partecipare, stando con Luca, ad una spedizione di fax di Forza Italia che invita i soci a tormentare i colleghi affinche' firmino una petizione per rivotare! Almeno l'altro giorno abbiamo anche spedito materiale di Rifondazione, ma non era altrettanto importante...
Scoperte interessanti: nella canteen, la saletta mensa del nostro piano (giu' al piano terra c'e' quella seria, ma va bene lo stesso cosi') oltre ad esserci internet a disposizione, (cosi' in teoria non lo si usa dal proprio PC durante il lavoro... ed effettivamente qui lo fanno poco, anche perche' nei periodi pieni di lavoro non ne hanno il tempo), ci sono anche 2 telefoni con possibilita' di chiamare gratis in Irlanda e, tramite un numero lunghissimo ma assai utile, anche all'ESTERO, per i fissi! Cosi' ora la Lions' family dispersa per l'Europa ha un modo in piu' per parlare a lungo senza dissanguarsi.
In piu' 2 volte la settimana arriva della frutta, che sparisce in 5 minuti, per cui bisogna saper cogliere l'attimo e per la gioia di Mattia, in frigo c'e' sempre abbonadante scorta di LATTE!!!
Qui non c'e' servizio mensa, a parte il catering che se ordini, e paghi, ti porta da mangiare, ma ci sono appunto frigo-freezer a disposizione, stoviglie in quantita' (da lavare a mano o in lavastoviglie), caffe'(tipo nescaffe, credo)-tea-zucchero per tutti, e ognuno si porta il suo scatolino, il suo panino, la zuppa pronta a cui aggiunge l'acqua calda, o i suoi cereali, idea che Mattia ha copiato subito, per cui si e' gia' fatto qualhe pranzo a CocoPops.
Tanto continuo ad essere nel B&B per cui ho sempre la supercolazione by Maeve che mi sazia!

IRELANDmat.6

Tuesday 13/11/07
Oggi mi hanno dato il pomeriggio libero per sistemare un po' di faccende burocratiche: conto in banca (cosi' mi pagano!) e numero previdenziale. Erano entrambe questioni a rischio, visto che non avevo ancora un indirizzo fisso, ma sono stati comprensivi e hanno accettato quello del B&B.
Ma la cosa interessante e importante del pomeriggio e' avere tempo per incontrare gli agenti immobiliari. Cominciavo a non essere piu' tanto ottimista, perche' non si trovavano tante opportunita' e quelle che c'erano si rivelavano poi vecchie, ormai gia' andate...
Ad esempio l'agente che vado a incontrare per parlare e magari vedere una casa di cui mi ha parlato ieri, con estrema calma ed eleganza, ed un certo distacco, molto British, piu' che Irish, ma comunque con gentilezza, mi spiega che sono andato troppo tardi, certo capisce che io il giorno prima ero al lavoro durante il suo orario di apertura, ma qui e' cosi', appartamenti liberi ce ne sono pochi e vanno via in un attimo... alleluja!
Giusto per curiosita', pare, e cortese interesse, mi chiede lumi sulla mia situazione, e gli rispondo che appunto cerco casa/appartamento per tutta la family, con 2 o 3 camere (cosi' possiamo avere ospiti, capito amici&parenti?) non una camera in affitto o un appartamento con una camera per me, e in piu' a Clonakilty, non in uno dei vari paesini della zona, o nel mezzo, perche' voglio che la family sia comoda a tutti i servizi e non sia poi necessario usare la macchina per qualsiasi cosa... Si' capisco, commenta lui, e mentre parla si rende conto che si' una possibilita' ce l'ha! E non pare male: 2 camere, in centro, ma non sulla strada principale, bella casa... PERCHE' FARMI DISPERARE E NON DIRLO PRIMA???
Ma va tutto bene, perche' nel pomeriggio mi porta a vederla e... CHE MERAVIGLIA! Adesso vi anticipo solo che e' un'ottima opportunita', prossimamente sviluppi e descrizione.

IRELANDmat.5

My job
Con Mr.Luca come unofficial personal trainer in questa prima settimana sto scoprendo che faro' qui di bello. Lui in questo periodo sta lavorando assai, pero' riesce a seguirmi lo stesso, spiegandomi quello che fa. Anzi, il primo giorno e mezzo l'ho passato a sistemargli delle specie di ricevute del lavoro che ha fatto, un compito di bassa manovalanza, ma ne aveva un pacco consistente e mi ha fatto piacere trovare subito qualcosa che riesco a fare e cosi' avergli dato una mano. Io e lui ci troviamo bene, si chiacchiera piacevolmente, in italiano, a volte scambiamo qualche frase in inglese lo stesso...
In breve, la ditta e' molto famosa per il servizio di conferencing (conferenze telefoniche per un sacco di gente), ma l'altro grande ramo e' quello del DATA COMMUNICATION SERVICES, che e' dove lavoro io: si tratta di ricevere ordini (per e-mail) di ditte italiane che vogliono spedire grandi quantita' (centinatia o migliaia) di fax (principalmente), e-mail, sms... e organizzare a computer la spedizione; inoltre per quelli che provano a farlo da soli con i programmi della ditta su internet forniamo assistenza e-mail e telefonica per risolvergli i problemi. Niente di trascendentale, certo, ma neanche male, si impara ad usare un po' di programmi nuovi, quando c'e' tanto lavoro, come adesso, si e' davvero molto impegnati, altrimenti e' abbastanza tranquillo.
Oltre a noi italiani (con un'altra ragazza, Arianna, attualmente in ferie) ci sono inglesi-irlandesi, tedeschi, francesi e spagnoli, sia da noi che al servizio conferenze, che giu' in contabilita'. I colleghi sono prevalentemente giovani, soprattutto da noi, ci si sta bene insieme, anche se tutti passano buona parte della giornata con il proprio pc e interagendo soprattutto con il proprio team nazionale. Ma e' bello essere in un ambiente cosi' internazionale, si sentono un sacco di lingue, parli con tanta gente diversa...
Per ora appunto guardo e imparo e se posso aiuto, da lunedi' prossimo comincio il training e poi vedremo come sara' lavorare sul serio.

IRELANDmat.4: si comincia!

monday, 12/11/07
Primo giorno di lavoro, si parte in bici (sabato avevo provato il percorso), la strada non e' lunga, 4-5 km, l'unico problema e' la salita dritta e ripida appena fuori dal paese, ma le gambe reggono e non arrivo disfatto. Il West Cork Technology Park (www.westcorktechnologypark.com) e' un centro moderno e abbastanza grande, a fianco alla strada statale, tra Cork e Clonakilty (non e' una grande arteria...), inserito nel verde della campagna, con 4 edifici di diverse ditte, e uno per l'asilo che magari ospitera' SuperMike tra qualche mese, chissa'. Con altri nuovi arrivi, un ragazzo francese, e degli inglesi e una tedesca piu' grandi, vengo introdotto dalla gentile Mary (che perde qualche colpo ogni tanto, ma ha la gravidanza come valida attenuante) al funzionamento generale della compagnia, niente di molto nuovo rispetto a quanto letto sul contratto e sentito al telefono. Poi scopro che il mio training vero e proprio non cominciera' che la settimana prossima, quando arriveranno altri miei futuri colleghi, e cosi' mi presentano il reggiano Luca, (che per me non esperto di accenti parla come Michele&Laura, e ricorda Alessandro"ilBolognese"Brunetta), simpatico collega di 26 anni.
Del lavoro riparleremo, intanto cominciano i contatti con le agenzie immobiliari...

IRELANDmat.3

Sunday, 11/11/07
Il B&B e' costoso, ma visto che trovare anche solo una camera per me a breve non pare facile e quindi staro' qui un po' credo che la simpatica e gentile signora Maeve mi fara' un prezzo migliore. La comodita' e' che con la full Irish breakfast tiro avanti fino a meta' pomeriggio. Per capirci, qui al mattino mi mangio: le mie solite 2 tazze di cereali e latte (conditi con una banana) e 2 fette di pane e marmellata e in piu' egg&bacon (2uova e 2 fette di pancetta, mica una...), 2 salsicce e pane tostato!!!
Cosi' mi sto adattando al menu' nordico, con colazione abbondante, pranzo, (per me poco visto che c'e' da fare economia e non ancora una cucina) e poi cenetta leggera a yogurt.
Oggi messa nella grande e bella (soprattutto per l'architettura esterna) chiesa cattolica (c'e' anche quella metodista e la Church of Irland, variante indigena dell'anglicana, ma le voglie interconfessionali le lasciamo per un altra volta, cosi' mi inserisco meglio, va'): ovviamente su consiglio della mia padrona di casa ho scelto la celebrazione per i bambini, cosi' ho potuto vedere che qui ci sono tante famiglie, con molti bambini di ogni eta'; la messa e' effettivamente centrata su di loro, partecipata (i piccoli non solo cantano ma suonano anche!), insomma, una bella atmosfera. Ho conosciuto l'affabile parroco ciccione Gerrard, che mi ha accolto volentieri nella comunita'.
Pomeriggio libero, visto che di domenica (come ieri, d'altronde) le agenzie immobiliari sono chiuse: e allora spesa per il pranzo nelle borse da bici, spingi sui pedali e via verso il mare! Non e' lontano, ho scelto una strada con un po' di saliscendi, ma qui ci sara' da farci l'abitudine, comunque un giretto tranquillo.
Sono arrivato un po' tardi, ma ho comunque apprezzato la spiaggia ampia, di dimensioni variabili a seconda della forte marea, e mi sono riempito gli occhi con lo spettacolo del mare, del cielo e della costa alta e verdeggiante. Proprio un bel luogo, con la gente in passeggiata fin dentro all'acqua, o meglio sulla riva e poi ingannati dalla marea che ha creato un'isoletta di sabbia!
Ah, ieri sera visitina ad uno degli svariati pub e bar: ho scelto quello piu' caratteristico, un localino in un'edificio antico, in pietra, dove nel weekend la musica tradizionale, con artisti locali non manca. Atmosfera tranquilla, come da noi la legge ci salva dal fumo per cui si sta bene e inoltre sono talmente tolleranti che mi hanno servito la cocacola da me richiesta senza sguardi di disgusto! Ma sono rimasto poco, ho scoperto che qui mi sveglio presto e quindi e' meglio non andare a nanna tardi.
Stasera me ne sto a casa, leggero' un po' cosi' finisco finalmente Viaggio Al Termine della Notte, di Celine, unico barlume di lingua italiana che mi sia portato dietro.

IRELANDmat.2

Saturday, 10/11/07
Primo vero giorno qui. Ieri sera ho dato un'occhiata a Clonakilty (http://www.clonakilty.ie/) , oggi l'ho girata in lungo e in largo, piu' in lungo che altro: piccola ma non minuscola, soprattutto non morta, anzi, c'e' molta gente in giro; e' piena di negozi, quasi tutti lungo l'arteria principale, piccoli, con facciate e insegne tradizionali, colorate, fa una bella impressione. Sembra quindi all'antica, ma ha tutte i servizi moderni: banca, poste, supermercati grandi, distributori di benzina, negozi di ogni genere... Case singole, nelle zone residenziali anche separate, se no a schiera, o con pochi appartamenti, molto umano.
E' una localita' turistica, quindi e' pieno di ristorantini e per dormire tra alberghi e B&B c'e' solo l'imbarazzo della scelta. Per trovare casa invece c'e' qualche problema in piu'.
In bici si va da una parte all'altra in 5 minuti, a piedi si gira comodamente, qui pero' sono tutti pigri e usano sempre la macchina, ma comunque non e' grande abbastanza da creare traffico!
E' alla fine di una baia, attorno colline verdi, decisamente piacevole.
Ieri sera ho mangiato un panino in un fast food (non McD, non c'e' niente del genere, era un posticino semplice).

IRELANDmickey.3

Iuhhuu!!!!!!!
Si parte, si parte, si va all'avventura!
We're going to Ireland, guys! (ah no, sono gia' pronto!)
Oh yes, quel dritto di daddy, che sembrava un mezzo fallito (boh, non si capiva bene cosa facesse di serio), ha trovato lavoro... in IRLAND! Mi ha sorpreso, tra internet e telefono nel giro di tre settimane aveva gia' due proposte, tra cui la Apple (roba che mi ritrovavo con un ipod prima di saper parlare!), e ha scelto quella piu' bella per la famiglia, che uomo! Ci porta in posto meraviglioso, nel south-west dell'Irlanda, che dev'essere incantevole, vicino a Cork, in un paesino caratteristico, che vince i premi come cittadina piu' ordinata e pulita e come zona in crescita, con le casette colorate, sul mare, a 4km da una spiaggia mozzafiato, che figata!!! (oops, scusate cerchero' di scrivere piu' educato)
Lui e' gia' partito, il vile, e ci ha lasciati qui, solo perche' io devo ancora fare le vaccinazioni e la visita del terzo mese... E poi la mamma deve prepare tutto per la partenza, deve chiedere dei documenti per la conversione del titolo di fisioterapia in Irlanda, cosi' poi puo' lavorare li' (ma tanto fino a maggio la pagano lo stesso, grazie a me, ovviamente!), per cui, capite, io sto dove sta la latteria, quindi ciao daddy! mi tocca aspettare!
Ma sembra non sia questione di tanto, basta aspettare un mesetto e poi voliamo anche noi (che emozione!), sempre che non ci si metta di piu' a preparare tutto.
Sono tutto emozionato, non ho neanche piu' voglia di dormire, al pensiero, piuttosto 'sta emozione mi mette una gran fame...
Mamma, tetta!!!

IRELANDmat.1

9/11/07
Avete capito, allora?
Ho trovato lavoro con la Premiere Global Services, ditta leader nella fornitura di servizi tecnologici di comunicazione per gli affari, come customer service agent per l'Italia, in Irlanda, a Clonakilty, 50km a ovest di Cork, sul mare. Sono partito stamattina, Treviso-Dublino, Dublino-Cork in treno, poi la mamma di una ragazza conosciuta in treno che abita vicino al paese mi ha accompagnato in macchina e alle 19.15 ero a Clonakilty, con valigia, zaino e borsone con dentro una bici (non la mia storica perche' mi ha detto che non ce la faceva piu', questa missione era troppo per lei e con queste parole si e' spenta la sera prima della partenza, mentre la smontavo, sigh sob sniff...; per fortuna la Lions' family me ne ha data un'altra, altrettanto storica perche' era di mio zio Piero). Sono alloggiato in un bed&breakfast, mo' cerco casa per me e la family, perche' ovviamente il progetto non prevede una fuga ma un ricollocamento globale qui in questo splendido angolo di mondo.
Perche' tutto cio'?
Qualcuno forse gia' sapeva che di Padova e dell'Italia ne avevo abbastanza, davvero non mi trovavo piu' bene; abbiamo provato con la montagna, progettavamo di andare a vivere in Cadore, ma non era tanto semplice come casa e lavoro, a Elena non piaceva l'idea, per cui mi sono buttato su qualcosa di effettivamente ancora piu' sconvolgente, ma credo piu' bello, stimolante, insomma migliore come vita. Da tempo, vista la carriera di studi, speravo di poter lavorare e vivere in un paese straniero e questa e' una possibilita' veramente molto valida (lavoro decente, a tempo indeterminato, stipendio buono, l'Irlanda dev'essere proprio bella, questo paesino anche); Elena era sempre stata conscia e approvava questi progetti per il futuro, certo questo non e' un momento facile per lei, ma non e' la fine del mondo, e le occasioni vanno prese quando capitano, anche perche' poi se no ogni momento puo' non essere quello buono...
Come ho fatto a trovare 'sto lavoro? internet, ovviamente, spedendo una valanga di curricula, mi hanno risposto in pochi, un po' di colloqui telefonici in English, mi hanno offerto un posto questi e la Apple a Cork, ma ho preferito questo, anche se pagato leggermente meno, per la posizione meravigliosa, che pare piu' adatta alla vita familiare, e per il tipo di lavoro che pare piu' stimolante.
Come funziona adesso?
Io vedo se effettivamente questo progetto puo' funzionare, se il posto e' davvero bello come sembra, se il lavoro funziona, in caso positivo cerco casa per la family, che poi mi raggiungera' quando pronta, cioe' primi di dicembre o piu' avanti.
ciao, a presto

IRELANDmickey.2

09/11/07
Che tristezza, papa'Mattia e' andato via! E non torna mica 'stasera, e neanche 'stanotte, e neanche domattina: non lo vedro' per un sacco di giorni...
Ah, ma voi non sapete niente! Quel disgraziato ha preso un aereo, cioe' una macchina grande grande, che vola!, ed e' andato lontano lontano, in Irlanda. E ci ha lasciati soli, me e mammaElena. Ora verra' sempre un sacco di gente a trovarci e ad aiutarci, ma ci eravamo abituati cosi' bene, con papa' sempre a casa... adesso siamo tanto tristi e sconsolati. Un po' anche arrabbiati, perche' non si fa mica cosi', come si fa senza papa'? Non poteva trovare un lavoro qui, il furbo? Pero' lui mi ha detto che qui non gli piaceva stare e che li' sara' molto bello, per cui boh, non so che dire...
Va beh che tanto la tetta ce l'ha la mamma, quindi finche' io ho la latteria ha portata di bocca, io sono a posto, pero' quello li' mi era simpatico, io con lui mi divertivo, mi teneva sempre in braccio, mi dondolava, cantava per me (si', lo so, ho gusti strani...), faceva stare tranquilla la mamma, insomma, era comodo averlo qua.
In piu' mi hanno detto che non e' che se possa avere un altro, ora mi tocca aspettare di ritrovare proprio lui.
Pero' mammaElena dice che non e' cosi' grave: mi ha spiegato che tra poco anche io e lei prenderemo la macchinavolante e andremo da papa' a vivere li'. Cosi' e' gia' meglio! Spero che quel tipo li' si sbrighi a trovare una casa per tutti noi e che qui ci si prepari in fretta. Comunque mammaElena dice anche che siccome ci sara' da aspettare un po', uffaaaaaa, intanto papa'Mattia tornera' a trovarci... spero bene, che non si dimentichi di noi! E poi se tanto ha la macchina volante che problemi ha, che venga subito!

IRELANDmickey.1

Data fittizia = 09/11/07
Tanto che non si trovava niente di nuovo, vero?
Beh, pero' rimedio con grandi notizie, per molti assai sorprendenti:
andiamo a vivere in Irlanda!!! (dov'e' sto posto? So solo che li' si parla inglese ed piu' lontano di Teolo, che e' il luogo piu' lontano dove sia andato finora...)
Si', papa'Mattia ha trovato un lavoro in un paesino del south-west (sto gia' abituandomi, che forte che sono...) con un nome lungo e strano, dice che e' molto bello, caratteristico, piccolo e tranquillo ma vivo, vicino al mare e stamattina e' partito: laBionda (ziaMarta) l'ha accompagnato a Treviso e li' e' salito su una grande macchina che vola (dev'essere un'avventura incredibile!) e alla fine e' arrivato in quel posto li'.
Cosi' adesso sono qui con mammaElena e un giorno prenderemo anche noi la macchina-che-vola e andremo da papa', ma prima viene a trovarci lui!
che news, eh?!
Io sono rimasto scosso, anche se era quasi un mese che se ne parlava, voi che lo sapete da poco, come l'avete presa?

Scherzetto!

Oh, finalmente riesco a riprendere in mano questo PC!
I due pignoli qui mi dicono che carnevale sia ancora lontano e che Halloween qui da noi non vale, ma capite che io non ho la più pallida idea di cosa siano, per cui non mi tocca per niente che uno sia lontano o vicino e che l'altro valga o meno, e poi se io ho voglia di fare loro (grammaticalmente corretto, che bravo!) qualche scherzo, glielo faccio e basta, perché mai dovrei aspettare un certo periodo particolare? Inoltre senza l'elemento sorpresa, che scherzo sarebbe? E in più, quei due lì scelgono sempre il momento meno opportuno per cambiarmi il pannolino, per cui una piccola ritorsione se la meritano anche, no? Se sto placidamente dormendo decidono che "è ora", non so di cosa, e via sul fasciatoio e poi sotto l'acqua; se sono in beato sonno post-primo-giro-di-pappa non mi lasciano in pace un minuto e mi cambiano per svegliarmi; se piango, magari perché semplicemente ne ho voglia (che avete, non si può?), ecco che credono sia un problema di caccapipì e mi portano in bagno...
Allora convenite che uno scherzetto ogni tanto ci sta!
Funziona così, è infallibile: mi depongono sul fasciatoio, poi mi tolgono il pannolino, mi lavano nel lavandino, mi rimettono sul fasciatoio e appena mi liberano dell'asciugamano con cui mi hanno asciugato, io rapido come una faina, mentre loro sono lì davanti... spruzzo!!! (un po' di tutto, dipende dall'estro del momento)
A volte compio autentici capolavori e riesco addiritura a colpirli, altre raggiungo almeno il pavimento, mentre in rari casi i due, che a volte sono meno sprovveduti del previsto, mi bloccano con l'asciugamano, per poi lamentarsi che ne sporco troppi...
Ma a parte il mero risultato, ciò che conta è lo spasso a vedere le facce e sentire le esclamazioni dei due polli, con toni che variano dal seccato al disperato, dal rassegnato al furibondo, passando a volte per una più adatta compiaciuta accettazione del mio innegabile talento.
Se sentite la loro versione, tipo "è un bambino tremendo che non solo va cambiato un sacco di volte al giorno, ma in più sporca tutto quando è sul fasciatoio", lasciate stare, è che sono vecchi e non riescono ad apprezzare abbastanza il lato comico assurdo della vita...
A presto, se no mi sgamano e con un post così magari se la prendono pure, non si mai con quei due là, anche perché hanno la tetta dalla parte del capezzolo! (ma so come farmi rispettare, non vi preoccupate, ho un'ugola di riconosciuto valore)
Mick

CONCORSO: RISULTATI FINALI E... SOLUZIONE!

Con la mezzanotte dell'8 ottobre, complemese del bimbo Michele,
scadeva il termine di presentazione
dei tentativi per il concorso.
Questi i risultati:
Vincitori del CD "Father&SonGS"
(20 canzoni indovinate, con titolo e autore)
The Scottish Guy
Vincitori del superpremio finale,
consistente in una "cena a casa Leoni"
(tutte le 25 canzoni, con titolo e autore!)
The Scottish Guy
Insomma, un dominio!!!
Tra i complimenti al plurivincitore,
diamo però buone notizie anche agli altri
Come onorevole 2°classificato, con 17 canzoni indovinate,
vince un'edizione del CD anche
Gioventù!
Come 3° classificato, con oltre 10 canzoni
(11 per la precisione) vince un CD anche
NonnoEzio!

E per tutti i vigliacchi che non si sono cimentati,
ma qualcosa sapevano,
per quelli che ce le avevano sulla punta della lingua,
per quelli che non ne avevano colta nemmeno una,
per i curiosi, gli almeno interessati,
gli scocciati da 'sto maledetto concorso
che riempiva il blog e finalmente è finito...
ECCO LE TANTO ATTESE SOLUZIONI
1. Yahweh – U2
2. A day in the life – Beatles  /
2bis Beautiful Day – U2
3. Morning has broken - Cat Stevens
4. Birth of Kijè-
(Suite Liutenant Kije, anche soundtrack)
Prokofiev
5. Gloria - Vivaldi
6. It’s a boy – (Tommy) The Who
7. Benedici – Spoladore
8. Avvenimento Importante -
(Scene infantili) Schumann
9. Glad –Traffic
10.Ob-la-di, Ob-la-da – Beatles
11.Kooks – David Bowie
12.Son of Man – (Tarzan) Phil Collins
13.Mother Nature’s Son – Beatles
14.Where do the children play? - Cat Stevens
15. Golliwoog’s Cake-walk –
(Children’s Corner) Debussy

16.
Cry baby cry – Beatles

17.
Beautiful boy – John Lennon
/ cover by Ben Harper
18. Children – Family
19. I won’t grow up – Peter Pan soundtrack

20.
Original of the Species – U2
21.Teach your children –
Crosby Still Nashe & Young

22.You’ll be in my heart – (Tarzan)
Phil Collins

23. Good Night – Beatles
24. Bimbo che si addormenta -
Schumann
(Scene infantili)
Dai, è stato un bel gioco, no?

e 1!

Uheilà boys, qui grande festa!
Stamane mi svegliai e indovinate che trovai, sul frigorifero appeso che mi lasciò sorpreso?
Un augurio di complimese (io avrei detto complemese, ma sapete hanno i loro anni...) scritto, con lettere magnetiche e tutte colorate, dai due compagnoni che vivono qui in casa con me, cioè il tipo con le mani grandi che mi cambia il pannolino e la piccola bella da cui viene fuori il latte. Simpatici no? Sembra quasi che sia festa anche per loro, ma sono così felici che li lascio fare, perché ad ogni modo oggi mi stanno coccolando tanto, più ancora degli altri giorni... che pacchia!
Se passate a trovarmi festeggiamo tutti insieme, in freezer ho addocchiato del gelato e dei frutti di bosco surgelati, se non passa troppa gente...
Visto che ci siamo, vi racconto un po' come va.
Il vitto qui è sempre ottimo, e dato che è gratis e a buffet (un po' come allyoucaneat e pure for free) ho pensato di darmi alla grande abbuffata! Vi spiego come funziona: io mangio quanto voglio, per quanto tempo voglio (e siccome in mezzo mi addormento, la cosa dura già un'oretta) alle ore canoniche, cioè ogni 3, da buon ghiottone come tutti noi piccolini; poi se dopo 15-20' mi torna fame, mi sveglio da quel sonnellino leggero post-prandiale e comincio a cigolare, poi ruggisco un po', infine sbraito finché non capiscono che devono piantarla con qualsiasi cosa stiano facendo, così mi danno ancora da mangiare! Funziona abbastanza, o meglio, ha funzionato per qualche giorno, cioè finché pensavano che fosse perché di notte ho cominciato a mangiare una volta in meno, dopo vi spiego, poi pare si siano resi conto che stavo facendo un po' il furbo e quindi adesso si mettono di impegno per tenermi buono fino al pasto successivo... beh, mal che vada ci guadagno delle mezz'ore tra le braccia grandi del papà, di solito, o anche della mamma, magari anche con la musica per calmarmi!
Ah, la notte. Sì alfine ho deciso di cedere e li ho fatti contenti, almeno qualche volta, che non pensino di comandare troppo. Insomma, faccio il gentile e di notte (che poi non so cosa gli cambi, tra notte e giorno, ma se è per loro è così importante...) mi trattengo, dormo un po' di più e aspetto 4 ore tra un pasto e l'altro. Paiono apprezzare proprio tanto e devo dire che si meritano di essere un po' aiutati e ringraziati: sono sempre buoni e a mia completa disposizione!
Che altro dirvi? Beh, domenica davvero interessante, con visita ai nonniMariaPatrizio a pranzo, (buono!), così sono stato anche con ziaSofia, poi passeggiata nel grande parco di fronte, tutto verde tranquillo, m'è piaciuto. Poi a sera sono passati in visita a casa mia (nostra, va bene papà...) zioGiacomo e MissAnna, con la pizza per loro e un cibo nuovo per noi: kebab! e ammetto che concordo con i due vecchi che è un signor cibo, adesso capisco perché ci tenevano tanto a mangiarlo, mentre se ho capito bene prima la mamma non poteva, come al solito sembra per colpa mia, ma lasciamo perdere, lo abbiamo gustato e siamo a posto. I due giovani (si fa per dire) sono rimasti un po' a chiacchierare, ovviamente tra loro grandi, ma tanto io avevo da farmi la mia dose di latte, quindi li perdono.
Simpatici, speriamo ripassino presto.
E a proposito di zii e gente simpatica, ricerca conclusa con successo: ho trovato la Bionda, ziaMarta, che mi ha fatto un sacco di feste e di foto, finalmente ce l'ho fatta!
Ok, lascio spazio a papi che deve dare comunicazioni riguardo al nostro ('sta volta ho scritto giusto, mioesuo!) superconcorso!
Ciao bbbelli
Michael Lions

TANTI AUGURI ZIO!

Dal millenovecentoottantaquattro
ecco arriva quatto quatto (sapete come parla mio papà, quindi per me fa rima!)
questo bel duemilaesette
e mentre ciuccio dalle tette (a me è permesso, sono termini vitali, non volgari)
detto al padre tanti auguri
di gioiosi dì futuri
a Giacomo lo zio:
buon compleanno vecchio mio!
Oggi tu fai ventitrè
paion tanti sai, a me,
ma mi sembri così in gamba
che ti puoi dare alla samba!
Un po' sei come tuo fratello
e lo sai, per me è bello,
simpatico poi sei anche tu
e ciò mi piace ancor di più!
Un saluto anche alla zia
e pure alla nonna mia!

Qualche foto...


Ciao amici, vi ho raccontato del battesimo di Davide, no? Bene, ora suo papà Saverio, che è quello lì tutto contento vicino alla mammaSilvia mi ha mandato delle foto e io ho pensato subito di mostrarle a tutti voi!
Questo è il festeggiato del giorno, Davide,
quello con ambizioni da gigante,
ma ormai gli toccherà fare il gigante buono,
visto che lo hanno incastrato...






Adesso, possiamo tornare a noi:
ditemi se non ho una bella mamma!
Per me è eccezionale, già lo sapevo, ma ora l'ho confrontata con le altre e... non c'è paragone: supermammaElena è senza dubbio la migliore!



E di me, che dite, sembro tanto tranquillo, vero? Non male come travestimento! Dovreste vedere quando mi sveglio per fame: lì divento un vero LEONE!
E infatti in questi giorni ho cominciato a far capire che 'sto cognome me lo sono meritato: intanto visto che ancora non so parlare, RUGGISCO, poi io non succhio il latte, io DIVORO! E io sono il re, quindi non ho nient'altro da fare che MANGIARE, così posso scatenare tutta la mia fame, e vi assicuro che è TANTA!
La mamma dice che in questo sono un po' come il papà... ma sorride, per cui 'sto paragone con quello lì non deve dispiacerle poi tanto.

A presto
Mickey

CONCORSO: Tattaratà il vincitore eccolo qua!

Come pronosticato ieri sera, The Scottish Guy, alias MARCO PIVA, direttamente dalla lontana Largs, vince il premio finale, la cena a casaLeoni, avendo indovinato anche la 25° canzone, (quella davvero difficile!), grazie a una serie di consigli, sempre meritati visti i molteplici tentativi, ogni volta più vicini al bersaglio.
Complimenti a lui e a tutti i suoi amici, da tutto il mondo, familiari e colleghi che hanno partecipato alla lunga sfida!

Cercasi zia / Aunt Wanted / Se busca a una tìa

Qualcuno di voi sa dove sia finita mia ziaMarta?
Non la vedo da quasi 2 settimane, da quando ero ancora in ospedale: lì veniva sempre, io mi ero abituato bene, adesso non ne ho più notizie, anche perché 'sti due non mi fanno usare il telefono, quindi non posso neanche sentirla. Sono andato a messa e mi hanno salutato in massa (pure i giochi di parole!), poi a casa della nonnaChiara e c'erano zioGiac, le due bis, dopo è spuntata MissAnna, ma lei, non l'ho trovata...
Qui poi viene a visitarmi il mondo, ma mi manca la ziabionda!
Io sono cresciuto (ragazzi, 3cm, magari ormai anche 4, e 1/2kg in più di quando sono sbucato fuori!) e mi sono fatto sempre più bello (lo dicono tutti, eh, mica io...), ma lei ancora non ha potuto constatarlo (ah, che lessico!).
Fate qualcosa, portatemela in visita!
Anche perché papàMattia mi ha regalato un bellissimo CD con le canzoncine in inglese che piacciono tanto a lei, potremmo ascoltarcelo insieme...

Le uscite serali e le mie proposte rifiutate

Ragazzi, è arrivata la stangata...
Dopo solo 3 uscite, già mi hanno imposto il coprifuoco: "basta, adesso per un po' di sere si sta a casa!". Neanche avessi 15 anni...
E poi non capisco cosa abbiano, 'sti due rompi (scusate, ma quando ci vuole, ci vuole!): io sono sempre stato bravo, sia in ristorante con il CAI, che a casa Gables, e pure alla festa di Adriano (44, che numero: auguri ancora, coach!), tutti hanno detto che sono tanto buono, che non piango mai.
Poi ovviamente dopo occasioni così divertenti quando torno a casa sono tutto felice e dopo lo spuntino di mezzanotte propongo loro (hai visto nonnaChiara, che correttezza, eh!?) di stare a condividere le emozioni sulla serata, di raccontarcela un po' davanti al camino (no, quello non c'è, purtroppo), insomma di fare un po' "famiglia" tutti insieme, e loro che fanno? Si scocciano perché vorrebbero dormire! Io ci riprovo continuamente, gliela butto sul conviviale, tipo "dai, mangiamo latte tutta la notte", ma non funziona neanche così, mi rifilano il ciuccio, mi danno il contentino tenendomi in braccio e appena possono si buttano a letto...
Ecco, per questo motivo insulso ieri sera non mi hanno portato al festone del CUS! Allora però io mi sono impuntato e ho detto al papà che stesse a casa con me e supermammaele, che non si sognasse di lasciarci a casa per andare a divertirsi da solo. Per consolarli, di nuovo ho proposto di prolungare il pasto delle 12 in un happening notturno, ma niente, sempre più scocciati. Mamma è andata dritta sotto le lenzuola, papà almeno mi ha fatto compagnia fino alle 2.15; poi mi sono stufato, non parlava mai, sembrava avesse sonno, e allora ho fatto aprire la latteria e infine ho abbandonato ogni speranza e ho lasciato che i due matusa andassero in letargo per un po'.
Almeno hanno detto che per le uscite giornaliere non ci sono problemi, quindi domani andiamo a messa e poi ci fermiamo a pranzo da nonnaChiara, zioGiac e ziaMarta.

ONOMASTICO!

Che parola strana, io ancora non ho i denti, non vedo cosa potrei masticare...
Invece dai discorsi dei vegliardi ho inteso che oggi è San Michele, io non vedo come possano già avermi fatto santo a 3 settimane esatte, anche se effettivamente resitere alle continue torture di sveglie non volute, sbaciucchiamenti incessanti, visite continue di intrusi, privazione della libertà (qui si esce solo quando decidono loro, non c'è scampo), impossibilità di scelta del menù, etc... dovrebbe dare un punteggio alto, nelle classifiche di lassù.
Poi continuando ad ascoltare i due compari ho colto che il santo non sono io... e allora che festeggiamo a fare? Certo 'sto Michele era uno forte, pare dia proprio lustro al nome, non era mica un santino da bancarella, era un Arcangelo! Se si scende però nei dettagli, non mi ritrovo molto: dicono abbia sconfitto un angelo cattivo (e qui già non si capisce più un ciuccio!) e lo abbia scaraventato giù dal cielo: pensa che volo, si sarà anche fatto male, o forse no, tanto aveva le ali... Ad ogni modo, non so voi qui che idee vi siate fatti degli angeli, ma non penso proprio che un Arcangelo vada in giro con spada e armatura ad ammazzare draghi e a combatteri colleghi ribelli, almeno io cose del genere non le ho mai viste ma nemmeno sentite raccontare, quando stavo lassù nella cerchia del Capo...
Ma l'importante è che questo giorno sia dedicato a ME! Va bene, non solo a me, a tutti quelli che si chiamano così (ragazzi, che pignoli 'sti due!)...
E così si può festeggiare!
Ovviamente niente dolci per me, ma almeno hanno avuto il buon gusto di non strafogarsi neanche loro e ci mancherebbe altro visto che ieri già ci avevano dato dentro con i regali pasticceri dei visitanti, tutti molto buoni, per quel poco che possa cogliere io...
Però siamo andati in gita! E non in macchina, ma con il mio potente mezzo! E questa volta ci siamo spinti verso l'infinito e oltre: niente parchetto sotto casa, niente studio della pediatra (già due volte è stato sufficiente), ma più in là! Abbiamo camminato (mmm, hanno camminato, io... comandavo la spedizione), più di un'ora e mezza, percorrendo quasi due argini, così ho visto non solo le macchine di via Guizza, ma anche il fiume, i salici, le paperelle (o erano anatre? vacci tu a capire qualcosa) e ho incontrato altri piccoli-in-gita.
La giornata ormai è finita, buona notte a tutti e
AUGURI a tutti i MICHELE!!! e anche alle "Michela", giusto?
(anche ai Gabriele e Raffaele, perché 'sto giorno è un po' inflazionato: tutti gli arcangeli in una colpo, e via, ma vi sembra rispettoso?)
Micky

Eccomi qua, trullallero trullallà!

Finalmente mi lasciano usare un po’ il pc…

Dai che vi aggiorno, perché se lascio che ci pensino loro restiamo indietro di due ??? (com’è si chiamano quei periodi di 30 gg, quelli più lunghi delle settimane… boh, fate voi, io ancora non ho capito bene), visto che in ‘sti giorni una ha sonno (non so perché, comunque sembrano dare la colpa a me…) e l’altro scrive solo di quel benedetto concorso, che sarà anche divertente, ma tanto voi non giocate un granché, a parte quel fenomeno scozzese e gli altri due, e ‘sta faccenda mi toglie spazio! Però vi assicuro che il CD in premio è proprio cool (eh sì, papà mi insegna già): lo ascoltiamo spesso e mi piace un sacco.

Beh, torniamo a noi, cioè a ME!

Innanzitutto una botta di visite, in questi giorni, ma a parte i soliti grandi, la notizia è che finalmente ho visto un po’ di friends, qualcuno di piccolo: grazie Giacomo (a nomi tu sei un ganzo: ti chiami come mio zio e tuo papà ha il nome più bello del mondo!), grazie Matteo (mi hai anche stretto la mano, che gentlechild) e grazie Davide (tu saresti quello più vicino a me, ma stai andando troppo di fretta, slow down! E non essere geloso, dai, che tua mamma mi guardava appena, non te la rubo, io ho già la mia latteria, no, ops, SuperMammaEle).

Vi avevo preannunciato che si prospettavano uscite, no? Ragazzi, è stato un week-end fenomenale! Devo ricredermi, pensavo fossero dei pantofolai, ma questi due sono ok, conoscono gente, vanno fuori, mi piacciono sempre più!

Vi racconto in fretta, perché è quasi ora di pappa e scrivervi è bello, ma quella non me la perdo per nulla al mondo.

Sabato. Nel pomeriggio giù al parchetto in carrozzella, per prendere un po’ di sole, poi alla sera prima uscita in società: gita in auto a Teolo e cena in ristorante (ah no!) con quelli del CAI (perché il papà va pure in montagna, e siccome gli hanno già regalato lo zaino per portarmi, appena posso ci vado anch’io, anche se dicono che le ferrate non me le vuole far fare…), con cui doveva andare via il week-end in cui sono nato io, l’illuso. La compagnia era buona (venivano tutti ad ammirarmi…) e la cena pure.

Domenica: prima messa! Non so cosa stessero aspettando, io non ero ancora andato a salutare quello lassù e ‘sti due miscredenti non mi avevano ancora portato… dai non esageriamo, qui parliamo abbastanza con Lui, ma a me mancava un saluto in diretta, ecco. Devo dire però che hanno scelto l’occasione giusta: il mio amico Davide (il piccolo gigante) veniva battezzato e tutti erano felici per lui: congratulazioni, amico (anche se tanto noi 2 sappiamo bene che tutti quei doni li abbiamo già ricevuti, sono loro che per rendersene conto hanno bisogno di tutti quei segni…).

Il bello è stato che poi c’era anche la festa, abbiamo mangiato insieme ad un sacco di gente e soprattutto con tanti piccoli, alcuni avevano solo qualche settimana più di me!

E non è finita: la sera, altro giro! Le Gables ci hanno invitato per un dopocena (cioè… gelato: yuppidu!) così, dopo Maria che era venuta in ospedale, ho conosciuto il suo Enrico, CateMarco e LucyChicco; c’erano anche Mattia&Ale, i due sposini, che finora avevo visto solo in foto (io pensavo che adesso avessero anche un bimbo, almeno dentro, invece no…). Bella serata, nonostante dopo le feste iniziali mi abbiano lasciato in un angolino e si siano messi a parlare tra loro, ma sembra ci fossero notizie sensazionali, però non so se posso dirvele, chiederò.

Caspita, io ne avrei ancora, ma… è ora di LATTE!

A domani

Michele

CONCORSO: ecco il PRIMO VINCITORE! Vinto il primo CD!

Wow! In giornata, dopo vari tentativi, The Scottish Guy arriva al traguardo dei 20 titoli-autori e VINCE IL CD "Father&Songs"!
Ma non solo, si spinge oltre e giunge a ben 22, con pure serie possibilità di vincere il superpremio finale per le 25 canzoni: gli mancano solo la 4, indubbiamente la più difficile, la 15, che però ha già praticamente individuato, e la 9, per la quale è ben indirizzato.
Ora ovviamente vorreste conoscere i titoli e gli autori indovinati, ma non si può, perchè il gioco prosegue, e ci sono ben altri 4 CD in palio!
Alla scadenza, 8ottobre, complimese di Michele, tutte le soluzioni.

2 settimane!

Signori e signori, è con grande piacere che vi comunico di essere giunto con successo al significativo traguardo delle 2 SETTIMANE DI VITA!
Forse ho esagerato? Beh, a me sembrava un dato importante!
Qui non si festeggia un granché: sì mi hanno fatto gli auguri e mi hanno dato i debiti bacini, ma non c'è la torta! E poi tanto, anche se ci fosse se la sbaferebbero tutta loro, per cui meglio così, se no mi viene solo invidia, mentre mi bevo il solito latte... Non fraintendete, è buonissimo, dolce e leggero, ed effettivamente si possono rintracciare i gusti di ciò che Miss Latteria (ooops, volevo dire caramammaelena) ha mangiato, però appunto "rintracciare", non è mica come sentirsi sciogliersi in bocca una succulenta fetta di torta.
Che altro dirvi, ah sì, come regalo anticipato mi hanno portato... dalla pediatra! E questa mi ha imbottito di farmaci, neanche volesse farmi diventare un tossico, solo perché ho una piccola infezione con orribili crosticine giallastre dietro un orecchio e perché sono un po' ebete e me la sono toccata con il pollice così adesso ho un giradito. I due grandi dicono che serve per curarmi, ma non mi sembra siano tanto contenti neanche loro, anche perché io non mica intenzione di prendere tutta quella roba da solo: vogliono darmi i farmaci, beh, che si arrangino, almeno subiscono un po' anche loro. Dovreste vederli, tirare su lo zimox (sì, ma vi rendete conto, 15gg e già l'antibiotico!) con la siringa (vi ho detto che paio un tossico), tentare di darmelo in bocca, poi farmi ciucciare il dito con cui l'hanno raccolto (perché ovviamente io glielo sputo, non è mica come il latte), oppure infilarmi in bocca la fiala di enterogermina e vedersela volare fuori "cum zampillus" (servirà anche a farmi reggere lo stomaco, ma fa ancora più schifo); poi devono mettermi acqua e sale sul dito (e pensate che io mi tenga quella garzetta bagnata ferma lì?) e infine spalmarmi la cremina su dito e orecchio (e qui li lascio stare se no poi mi si esauriscono troppo presto, e per un po' mi servono ancora).
A parte questo, che comunque non è grave, vi assicuro, qui sono tutti contenti perché sono "diventato grande", cioè mangio solo dalla tetta... no scusate, volevo dare "dal seno", e non più con l'aggiunta dal biberon, così la mamma non deve più mungersi per prepararlo. Sì, è vero, devo ammettere che sta fatica per succhiare vale la pena, il biberon cominciava a farmi un po' schifo; ovviamente adesso devono avere un po' di pazienza, perché io quando mangio vado con calma, non sono mica come il papà, ho i miei tempi, e dopo 20' ci vuole una pausa, poi magari se ho voglia ricomincio. Qui invece si illudono che io sia precisino...
Però dai che sono simpatici, e anche disponibili, quando li chiamo vengono, di notte il ristorante è sempre aperto, la musica è sempre valida e variata, non ci si può lamentare.
Ah, dimenticavo, la visita alla pediatra un lato positivo ce l'ha avuto: non solo mi hanno portato in uscita (ragazzi, prima l'ospedale, poi una settimana chiuso in casa, che noce!), ma anche in carrozzella! Che spasso! Poi con quei marciapiedi da rally, sembrava una giostra!
E pare che siano in programma altre uscite, forse in macchina, ma insomma, si va in giro, ci si muove, così mi piace: bravi vecchi!
Ciao, belli, vado che se no mi sgridano perché sto già troppo al computer (come se loro non lo usassero mai...)
Micky

Grande concorso: indovina e vinci la compilation!

Sì, l’abbiamo beccato a scrivere sul blog, ma visto quanto bravo e simpatico è… che ci possiamo fare?

Ora però tocca anche a noi! Vi proponiamo un racconto-compilation della prima giornata di paternità: un testo musicale e criptico, con concorso a premi annesso! Il titolo della raccolta è Father&Songs: un neo padre sceglie 24 brani (come le 24 ore di una giornata da papà; la traccia n°2 è un medley di 2 canzoni) tutti collegati in qualche modo ai bambini, a parte alcuni ispirati dalle sensazioni.

Regolamento del concorso: ai primi 5 lettori del blog che individueranno almeno 20 dei 25 brani (24 + la 2bis), indicando titolo (a volte è praticamente già pronto) e autore, in premio il CD Father&Songs. Superpremio: per chi indovinerà tutti i 25 titoli e autori, pizza a casa Leoni.
Per partecipare, inserire un commento a questo post con le risposte.

Scadenza concorso 8 ottobre 2007.

è severamente vietato, pena l’esclusione dal concorso, utilizzare motori di ricerca su internet (l’osservanza di questo divieto è lasciata all’onestà dei partecipanti)!

FATHER & SONGS

Tutto cominciò da Lui, il grande creatore, che nonostante abbia deciso che ci debba essere always pain before a child is born (1), poi ci dona grandi meraviglie.
Era mezzanotte, quindi il calendario decretava l'inizio di a day in the life (2), ma non un giorno qualsiasi, un vero beautiful day (2bis).

Come tante storie, questa ha un principio notturno, ma dopo la folle corsa in bicicletta, attaccato pure ad un camion del latte, e dopo aver coccolato SantaMammaElena durante il travaglio, al momento di entrare in sala morning has broken like the first morning (3). La mezz'ora abbondante della “Grande Impresa” è difficile da raccontare, e anche indegno da parte di chi ha dovuto solo evitare di abbandonarsi alla straordinaria emozione per poter sostenere, incoraggiare, un po' come un allenatore, chi invece stava impegnandosi a fondo, con tutte le forze: per cui lasciamo che sia la musica ad esprimere l'indescrivibile momento della nascita, (4 – in quel film russo nasceva un personaggio fittizio, il nostro invece è proprio vero!). NostrO, appunto, perché l'ostetrica Francesca l'ha preso in mano, ha controllato gli accessori presenti e poi ha dato la notizia riguardo la tanto attesa sorpresa (5), ma comunque a noi andavano benissimo entrambe le possibilità.
Dopo aver assistito al primo bagnetto, fu ora di tornare accanto a SuperMammaElena per celebrare l'avvenuto miracolo e glorificare chi di dovere ascoltando un capolavoro italiano (6) dal lettore CD, con le cuffie in mano come altoparlanti, tra lo stupore della tirocinante Valentina. Un saltino in chiesa era necessario per chiedere la benedizione su ogni mamma e il suo bambino, che di te sono il sorriso (7 -nonno Ezio ha sentito proprio questo verso uscire da una chiesa la domenica mattina…), poi a casa ad attaccarsi a telefono e internet per comunicare a tutti questo avvenimento importante (8) e dire quanto siamo glad (9). Ora, tre anni dopo quel 12 giugno, per i due sposi life goes on bra (10) e sono anche loro felici come la famiglia Jones (anche se lì gli anni erano 2, e i figli anche…), sperando che Michele accetti l’invito di quei due kooks: Will you stay in our lovers’ story? If you stay you want be sorry (11).

Insomma, adesso ho qui a casa un son of man (12) a cui assicurare some day you'll walk tall with pride…a man in time you'll be e you’ll find your place beside the ones you love.La speranza è che sia anche un mother nature’s son per poter sit beside a mountain stream (13), perché se no where do the children play? (14), a parte ovviamente in casa, nel loro angolo, facendo ballare il ragtime ai loro bambolotti (15). A proposito di musica, caro Michele, se ad un certo punto anziché sentirne di buona dallo stereo, comincerai ad udire i tuoi due compari sfoggiare le loro doti pianistiche o canoro-violinistiche, non ti fare scrupolo e quando non ne puoi più, cry baby cry (16) che così smettono!

Non avendo un granché da fare in questi giorni (gioie e dolori del “lavoro autonomo”…), posso passare molto tempo ad ammirarlo, e sto lì a dire a questo beautiful boy: close your eyes have no fear, daddy’s here…I can’t hardly wait to see you come of age (17). A forza poi di pensare a lui e a tutti i bambini, gli dicoI feel that the truth is in you e mi rendo conto che I’ve got a lot to learn (18), perché quella beatitudine che splende sul suo volto mi spiega perfettamente come mai tra qualche anno mi dirà, come io dissi a suo tempoa nonnaChiara, I won’t grow up, I don’t want to go to school (19) e mi sa che gli darò ragione, perché effettivamente the end is not as fun as the start, e anzi anni dopo sarò io a chiedergli please stay a child somewhere in your heart (20). E se comincio a capire sempre meglio quanto sia importante teach yourchildren well, lo imploro fin d’ora di teach your parents well (21).

Michele, stai piangendo? Come stop your crying, take my hand, hold it tight… this bond between us can’t be broken… ‘cause you’ll be in my heart now and forever more (22).

Vi saluto, perché now it’s time to say good night, good night sleep tight (23).

Ah, come è bello un bimbo che si addormenta (24)!

piccolo reportage fotografico

Qui ero appena nato, da una dozzina di ore, e mi tenevano in una spendida spiaggetta tropicale, in costumino a 32°... poi con frasi di circostanza piene di parole astruse e altisonananti come "termoregolazione" e "ormaigiàraggiunta" hanno decretato il mio allontanamento da questo piccolo paradiso,



per spedirmi... nel vero paradiso, in braccio a quella deliziosa creatura che tutti chiamano Elena ma che io conosco come LAMIASUPERMAMMA!










Dopo qualche giorno in ospedale, finalmente il papà è arrivato con una bellissima cesta d'antan (si scrive così? comunque, old stile, all'antica, come volete... l'avevano usata i nonni sia per lui che per zioGiac e ziaMarta), si è caricato tutte le varie borse e con un'astronave lunga e rossa ci ha fatti volare dolcemente fino a... CASA! E lì altro che culletta ferro-plastica dell'AOP (azienda ospedaliera padova, sveglia!), fantastica culla in legno anch'essa proveniente dall'evo antico (ah no, curatevi la proprietà di linguaggio!) del signor Saverio, pare un amico di famiglia, ma io ancora non l'ho visto, quindi non posso confermare, ma intanto ringrazio per l'ottimo prestito e aspetto di incontrare suo figlio Davide, che essendo un piccolo è sicuramente mio amico!


In foto la culla non si vede, ma io sì!!! Notare il cuscinetto per non farmi storcere la testa, gentilmente prestato dalla mamma dei miei amici TommasoGiacomo, che non vedo l'ora di conoscere.
Ciao
il vostro
Michele

Un rapido saluto

Ciao bbelli!
Grazie dei commenti, mi fa piacere che mi leggiate e che siate così gentili con me: quanti BENVENUTO!
Un po' troppe congratulazioni per gli altri due, anche se effettivamente se le meritano, però guardate che non c'era mica solo lei che spingeva e lui che incitava, eh, là dentro a spingere chi c'era?
Ho visto che c'è gente sveglia, anche tra voi vecchi: Giovanni ha capito che questa mascherata del bimbo buono e tranquillo è un inganno a lungo termine... ma non ditelo a quei due illusi, che ancora sono lì con quei faccini beati... anche se mi sembrano già un po' tirati, sarà per quella loro mania di svegliarsi a tutte le ore, se solo imparassero a dormire un po' e mi lasciassero stare sarebbero più riposati..., ma tant'è, comandano loro, per adesso.
Ehi, ma avete visto che bello che è ora 'sto blog, con anche la mia foto?
Ciao, a presto!

Ah, grazie anche delle visite... oggi ho conosciuto un omonimo, un "grande" omonimo, che mi ha detto che anche lui era nato piccolino ma poi è cresciuto bene, e soprattutto è venuto finalmente a trovarmi un "piccolo": grazie Giacomo, ne avevo abbastanza di 'sti vecchi!
Però devo dire che è un grande onore quando passa anche una bisnonna!

Michele

Here I am! Aquì estoy! Eccomi qua!

Buongiorno a tutti!
Hello everybody!
Buenos dìas a todos!
Sono arrivato sabato mattina, pesavo 2525 grammi (adesso pure meno) ed ero lungo 48cm (e mi sa che ancora è così), ero bellissimo (e lo sono tuttora, non è mancanza di modestia, è la pura verità, e infatti lo dicono tutti...), e non vedo l'ora di conoscervi!
So che non eravate ancora pronti al mio arrivo, ma è ovvio, siete gente del secolo scorso, che dico, siete un millennio indietro, adesso ragazzi si va veloci, non c'è mica tempo da perdere... e poi io là dentro c'ero già stato otto mesi, mica due giorni, sapete, e va beh che è un posto eccezionale (mi sa che lo dovreste sapere anche voi, ma di nuovo, siete talmente vecchi che ve lo sarete sicuramente dimenticati), caldo, coccolo, ti arrivano i pasti senza neanche chiederli, puoi ballare e nuotare quanto vuoi, se sei stanco dormi, poi senti anche le storie che ti raccontano da fuori (come, a voi non le raccontavano? ah, cosa vi siete persi!), ti diverti ad ascoltare quei due là, e anche tutta la musica che mettono su, meglio che un concerto... però ad un certo punto, basta! Volevano che stessi là ancora un mese, ma vi rendete conto? E per cosa poi, per il corso pre-parto, le visite, il monitoraggio, ma dai... Ho sistemato tutto io: un colpetto sull'acquario ben assestato, fuori l'acqua, così ci sono arrivati anche loro, mi hanno portato in ospedale e lì in quattro e quattr'otto la mamma ha fatto goal: lo sapevo io che sarebbe stata bravissima, che non le serviva nessun corso, nè altro tempo, bastavano quei due consigli delle ostetriche (io l'ho portata lì quando c'erano quelle brave, in più era notte ed era tutto tranquillo), poi c'era anche lui, chi è, ah sì, il papà, che come mi aspettavo l'ha aiutata alla grande, e come prevedevo con un ottimo lavoro d'equipe si è risolto tutto!
Ieri finalmente mi hanno portato a casa, così ho visto il mio regno, 'sta cameretta di cui parlavano tanto, (sì, perché appunto ormai era pronta) che effettivamente non è niente male, anzi devo dire che mi ha positivamente stupito, semplice ma affascinante! E poi, non per dire, ma rispetto all'ospedale... lì mi stavo proprio rompendo. Però intanto ho conosciuto i nonni (e pure 2 bisnonne, ah no?!), lo zio, le zie e i parenti vari, pare una banda di matti, ma sono simpatici, in fondo.
Che dire, qui mi trattano bene, i due sono buoni, paiono abbastanza bravi, anche se li ho colti alla sprovvista, ma mi fidavo. Dell'alloggio ho detto (la culla old style mi va a genio), il vitto è ottimo, hanno del latte che è davvero speciale, e infatti ordino sempre quello, a volte lo prendo direttamente dalla fonte, altre appena munto; il servizio non lascia a desiderare, ti cambiano regolarmente, con sufficiente grazia, forniscono abbigliamento adeguato, forse un po' grande, ma pazienza, io mi adeguo (vesto tutto con stile), e poi se mi lamentassi sarebbero pure capaci di dare la colpa alle mie dimensioni (come se non fossero loro quelli che non sanno procurarsi dei vestiti su misura...). Per adesso non ho trovato grandi proposte di intrattenimento, credono ancora che non sappia fare niente... quindi nell'attesa ho deciso di riposarmi un po' e passo le giornate in un beato sonno continuo. Ecco, forse l'unica pecca della gestione qui è che sono di un preciso sui pasti che non vi dico: pretendono che siccome io ho ordinato, poi mangi sempre, tutte le volte: non posso dormire neanche 24 di fila, ma ti immagini, altro che 24, qui ogni 3 ore mi svegliano! Io ci provo anche a continuare a dormire, ma niente da fare, insistono, e pensate che pur di svegliarmi (e tutto solo per farmi mangiare), mi cambiano anche, per completare la tortura!
Comunque, come vi ho detto il cibo è ok, e tanto poi appena finisco io mi addormento e a rimettermi a letto ci pensano loro, quindi non va neanche così male.
Dove abito lo sapete, se passate a trovarmi mi fa piacere, voi vi presentate un po' e io vi racconto le ultime in diretta, basta che non siate troppi e che vi fermiate poco, che quei due là sembrano stanchini.
Adesso vado, che il papà se mi becca qui fa un colpo, lui crede io sia in culla e mi controlla con il ricevitore, ma tanto io l'ho spento...
A presto amici!
Michele

The blog is back!

Dopo 7 mesi di silenzio, il tanto amato blog leonino torna a ruggire!
Il motivo c'è.... è bello, giovane, piccolino, simpatico, UNA MERAVIGLIA!!!
M&E&...

Rientro effettuato

Ormai bisognerebbe cambiare il titolo principale del blog, perché, come annunciato, da domenica 11 siamo qui a Padova, a casa di ChiaraGiacomoMartaLeoni. Il viaggio di rientro è andato bene, a parte l'oretta di attesa per le valigie, ma d'altronde eravamo in Italia...
Ancora dobbiamo scrivere un bel resoconto finale, ma con pazienza arriverà.
Qui ci stiamo abituando alla nuova-vecchia vita padovana, dedicandoci principalmente ad accudire il pancino della mamma e a coccolarla.
Come prima tappa della lunga attesa, il 6 marzo andremo a vedere un film intitolato "Prime immagini del leoncino".
? e mammaElena stanno bene, papàMattia abbastanza, ma tanto chissenefrega, quelli importanti sono gli altri due!
Salutoni da tutti e 3.

GRANDI NOTIZIE!!!

Quale volete prima, la buona o la cattiva?
O le volete tutte e due insieme?
Ok, pronti?
ARRIVA UN BAMBINO/A (e' la news buona) E COSI' TORNIAMO A CASA (e per voi che pensavate di esservi liberati di noi a lungo e' meno buona...)!
Si' e' vero, su queste cose niente scherzi: il Signore ci ha regalato un pargoletto/a piccolo piccolo, nuovo di palla, che sguazza nel pancino di Elena!
E visto che qui il lavoro che stavamo iniziando a fare non si sarebbe potuto portare avanti con la gravida, e visto che se Mattia avesse continuato da solo, mentre il progetto era dedicarsi alla missione in coppia, Elena+pesciolino sarebbero rimasti a casa ore ed ore da soli (e che ci crediate o no alla mamma questo non piace, vuole il papa' sempre accanto...), e visto che per stare a casa tranquilli, comodi e rilassati ai due piace di piu' l'idea di essere nell'amata Italia.....
TORNIAMO!!!
Basta con le grida di gioia e disperazione, vi dovrete adattare!
Prendiamo l'aereo Sabato 10 alle 22.20 (che da voi e' gia' domenica) e arriveremo diretti a Milano (si', senza scali!) domenica alle 15.20 (che da voi sara' domenica alle 15.20).
Per commenti finali, resoconti, bilanci... a presto sul blog, e poi in diretta.
Come in altre occasioni, chiediamo il favore di unirsi nella preghiera per ringraziare del dono di una nuova vita e chiedere ogni benedizione.

Addii

Con ritardo, pero' salutiamo due persone che avevamo conosciuto qui e che anche voi lettori ormai conoscevate: Angel, paziente malato di AIDS di Elena, e Reina, signora di Valle Verde malata di cancro allo stomaco, sono tornati alla casa del Padre.
Del primo abbiamo avuto la notizia quando ormai era tardi per un ultimo saluto, con Reina invece Mattia ha avuto modo di partecipare alla veglia di preghiera il giorno successivo al decesso, cercando di consolare i figli e lo sposo e conoscendo altri parenti e amici.
Una preghiera per loro, grazie!

22 gennaio 2007

Buon Compleanno Giovanni (Gio'Ventura)!
Tanti auguri a te, tanti auguri a te
tanti auguri Giovanni,
Tanti auguri a teeeeeeeeeeeeeeeeeeee!

Come regalino, il blog offre in tuo onore un nuovo link...

2 mesi

Veloce resoconto e aggiornamento.
In generale tutto bene.
Nel dettaglio...
Dettagli positivi:
Abbiamo parlato con il vescovo, proponedogli il nostro piano di lavoro in alcune comunita´, le piu' disagiate ed e' sembrato contento e ci ringrazia molto per l'aiuto che gia' stiamo dando e che potremo dare.
E' tornato Jose' Juan, il seminarista, dalle vacanze in famiglia, e con lui ci troviamo assai bene e stiamo facendo progetti.
Con le madri della Ciudad, che si dedicano molto alle comunita' , ben piu' dei padri, collaboriamo bene e abbiamo iniziato a risistemare insieme il catechismo.
Biciclette: abbiamo un mezzo! (vedi altro post)
Dettagli negativi
Con Padre John non si riesce ad avere dialogo, per cui lavorare con lui e' dura, ci sentiamo soletti, ma si puo' fare molto lo stesso, peccato che in teoria sarebbe la sua parrocchia e invece non e' minimamente interessato al nostro lavoro.
Per la casa ancora non si sa niente, Monica, una signora gentilissima ci ha offerto di stare da lei, in una camera (con armadio!) con bagno, potendo usare la sua cucina, e pure la piscina del complesso di appartamenti dove vive, ma come si e' resa conto anche lei, non e' buono per noi, soprattutto perche' e' ancora piu' lontano dalle colonie rispetto a dove stiamo ora.
Pero' forse ci sono buone possibilita' in vista per il futuro, quindi, come sempre... PAZIENZA! e avanti con il lavoro, che quello si' puo' funzionare bene!

BICICLETAS!!!


Si', dopo lunga attesa e vari passaggi dal fidato meccanico, siamo dotati di due buoni mezzi e sapete bene quanto ci piaccia utilizzarli!

Una arrivo', abbastanza disastrata, dal garage di uno dei ministri, e ora pare nuova; la usa Elena perche' il sellino non si poteva alzare causa ossido.

L'altra e' un regalo dei Reyes Magos: per l'Epifania una coppia di pensionati molto gentili ha portato Mattia da WalMart e gli ha comprato una bici nuova, con ammortizzatori, molto utili qui.

Dopo le opportune aggiunte (parafanghi comunque inutili perche' in caso di pioggia ci si inzacchera ugualmente; luci per la notte, che arriva prestino; lucchetti, da poco, ma non hanno altro e speriamo che anche i ladri siano indietro; portapacchi per Elena) le bici sono operative e da qualche giorno abbiamo cominciato a usarle per tutti i nostri spostamenti, nonostante le strade e soprattutto le distanze, ma l'allenamento e l'abitudine, tra Padova e il Danubio, servono a qualcosa, no?, per cui niente ci spaventa e ci ciucciamo piu' di 20km al giorno.

Mattia inizio' prima, con Elena ammalata, e subito battezzo' la bici nuova con un'avventura mozzafiato sotto un diluvio tropicale, con soste forzate per visibilita' zero, causa occhi pieni di acqua, e attraversamenti di laghi di pioggia e fango... Ma alla fine e' sopravvissuto, arrivando a casa tutto sporco e bagnato, dalla testa ai piedi, e con la bici colorata a nuovo, di marrone!